Ricerca

27.04.2022

Io lo chiedo! - Percorso didattico sul consenso e il rispetto nelle relazioni

 

 

Obiettivi

• Favorire la discussione e l’apprendimento cooperativo
• Sviluppare le abilità di empatia, analisi, pensiero critico
• Esplorare e comprendere il concetto di consenso consapevole
• Aiutare gli alunni a identificare comportamenti adeguati a stabilire relazioni sane e sicure

 

La violenza contro le donne costituisce un grave attacco all’integrità fisica, mentale e all’autonomia sessuale della vittima. È una violazione dei diritti umani in sé e compromette anche una serie di altri diritti umani, come la vita, la salute fisica e mentale, la sicurezza personale, la libertà, l’uguaglianza all’interno della famiglia e davanti alla legge, indipendentemente dal genere, il diritto di essere libere da discriminazioni e torture e altri maltrattamenti.

Purtroppo, spesso le vittime non conoscono i propri diritti e perciò non riescono ad accedere alla giustizia e ai risarcimenti. Soprattutto, si trovano di fronte a molteplici ostacoli come stereotipi di genere, idee discriminatorie sulla violenza sessuale, accuse di colpevolezza, dubbi sulla credibilità, sostegno inadeguato e legislazione inefficace.

È pertanto opportuno che sin dalla più giovane età ragazze e ragazzi comprendano la necessità del consenso in una relazione affettiva. Il consenso, basato sulla consapevolezza (di chi lo dà e di chi lo riceve), deve essere l’esito di un salutare processo di assunzione di responsabilità rispetto alle proprie emozioni ed ai propri pensieri. Ma affinché la proposta di assunzione di responsabilità non risulti prescrittiva è necessario che essa si sviluppi attraverso una chiara conoscenza di come fare a gestire istinti ed emozioni difficili. Gli adolescenti, infatti, spesso crescono in contesti familiari che non insegnano come contenere paura, rabbia o eccitazione e, tantomeno, come tollerare le frustrazioni.

Questo percorso didattico si propone pertanto di offrire all’insegnante alcuni strumenti per consentirgli di affrontare in maniera proficua questo argomento, sollecitando curiosità, riflessioni personali e desiderio di confrontarsi e di discutere insieme.

 

La proposta si compone di due attività.

 

La prima,“Creiamo uno spazio rispettoso per tutti”,ha l’obiettivo di favorire la riflessione comune sull’importanza del rispetto nelle relazioni con l’altro da sé e di permettere a tutti i componenti della classe di costruire assieme delle regole per creare uno spazio in cui tutti si sentano a proprio agio e liberi di esprimere la propria personalità e le proprie opinioni.

La seconda, “Il consenso è tuo”, intende introdurre in modo semplice il concetto di consenso, anche con il supporto di due schede informative per gli alunni. Si può inoltre utilizzare il video animato Consent for kids (in inglese, sottotitolato disponibile su youtube).

 

Per sviluppare ulteriormente il tema si consiglia il libro a fumetti per ragazze e ragazzi di Rachel Brian, Dai un bacio a chi vuoi tu. Impara il rispetto dei confini personali, tuoi e degli altri (Milano, De Agostini, 2020).
La proposta educativa è completata da due scheda informative per il docente: “Che cosa sono i diritti umani” e “Dalla cultura della violenza contro le donne alla cultura del consenso”.

È possibile scaricare altre risorse educative sui diritti umani e avere maggiori informazioni sulle attività di Educazione ai diritti umani di Amnesty cliccando qui  e sul Gruppo Facebook “Educare ai diritti umani”.

 

 

Vedi anche