Ricerca

15.09.2021

L’arte di Pablo Picasso

 

Pablo Picasso nasce nel 1881 a Malaga, una città nel sud della Spagna, e inizia a disegnare e a dipingere sin da piccolo: secondo il racconto della madre, la sua prima parola è “piz”, cioè lápiz (“matita” in spagnolo).

Nel 1900 fa per la prima volta un lungo viaggio a Parigi, in Francia, dove visita molte mostre e resta affascinato dalle opere degli artisti francesi. Al suo ritorno in Spagna inizia a dipingere tanto, usando moltissimo il colore blu: gli studiosi chiamano infatti questo periodo il “periodo blu”. In seguito torna a Parigi e vi si trasferisce: sono gli anni del cosiddetto “periodo rosa”, in cui tra i quadri di Picasso compaiono spesso personaggi del circo come acrobati, pagliacci e ballerine.

Intorno al 1906, quando ha più o meno venticinque anni, Picasso inizia a dipingere in un nuovo stile, chiamato cubista perché le figure assumono la forma e le linee di un cubo: sembra così che i soggetti ritratti siano visti contemporaneamente da diversi punti di vista, per esempio da destra, da sinistra e da dietro.

 

 

Dopo la guerra di Spagna degli anni 1936-1939 e la Seconda guerra mondiale (1939-1945), durante la quale la Germania nazista occupa la Francia, Picasso aderisce al comunismo, e quando il Partito comunista francese gli chiede un disegno che possa diventare il simbolo del movimento per la pace il pittore crea l’immagine di una colomba che porta nel becco un ramoscello di ulivo.

Pablo Picasso muore nel 1973, all’età di 91 anni. Le sue opere sono ammirate e imitate da molti artisti di tutto il mondo, col risultato di renderlo uno dei pittori più importanti del Novecento.

 

Guarda i video per approfondire due opere di Picasso:

 

Spunti di riflessione

 

Autore: Pablo Picasso

Titolo: Bambina con colomba

Data: 1901

Tecnica: olio su tela

Luogo di conservazione: collezione privata

 

Dopo essere stati introdotti nel mondo artistico di Picasso, i bambini possono essere invitati a osservare con attenzione il dipinto Bambina con colomba, concentrandosi sui vari dettagli: i soggetti che danno il titolo all’opera, gli altri elementi presenti, lo sfondo, i colori. Ci si potrà infine soffermare, anche attraverso una discussione collettiva, sulle emozioni provate nell’osservare il quadro e sul messaggio che questo potrebbe comunicare nell’intenzione del suo autore.

Dopo aver riflettuto su tutti questi aspetti, ai bambini potrà essere sottoposta la visione di una specifica videolettura dell’opera, come le precedenti pensata in modo specifico per la scuola primaria.

 

Guarda il video Picasso – Bambina con colomba:

Partendo dalla frase attribuita a Picasso «A quattro anni dipingevo come Raffaello, ma ci ho messo tutta la vita per imparare a disegnare come un bambino», l’insegnante potrà guidare una discussione su cosa possa significare “disegnare come un bambino” e perché questa abilità sia un obiettivo per l’arte contemporanea. La classe potrà poi essere incoraggiata a riprodurre con un disegno la bambina con colomba.