Ricerca

02.09.2019

Flipped Classroom - Costruiamo una serra

 

 

Nell’ottica di programmare una lezione secondo la metodologia di Flipped Classroom, ecco un esempio di classe capovolta!

L’argomento di base e oggetto della lezione capovolta è la fotosintesi clorofilliana, mentre l’obiettivo di tutto il lavoro è conoscere il fenomeno della fotosintesi clorofilliana e i processi vitali delle piante a essa associati.

Stimate di dedicare 1 ora all’apprendimento autonomo e 4 ore all’apprendimento cooperativo. Dividete le 4 ore in due lezioni da 2 ore ciascuna (lavorare meno di 2 ore in questa fase è rischioso, dovrete richiamare l’attenzione della classe, lasciare un momento per le domande, le risposte e la discussione…).

 

Descrizione dell’attività

Progettare e realizzare una piccola serra da conservare in classe per monitorare la crescita e le funzioni vitali delle piante.

 

Per fare ciò è importante:

  • Conoscere i processi vitali delle piante, in particolare la fotosintesi clorofilliana, e il modo in cui avvengono.
  • Capire le condizioni ambientali necessarie alla sopravvivenza delle piante.
  • Applicare le conoscente acquisite per risolvere esercizi sulla fotosintesi e sperimentare le diverse modalità con cui le piante svolgono tale funzione vitale.
  • Analizzare e individuare gli elementi necessari alla realizzazione di una piccola serra e le caratteristiche che ognuno di essi deve avere (scelta della pianta, del contenitore e del luogo più adatti per la realizzazione della serra).
  • Valutare e analizzare insieme i problemi incontrati durante la progettazione della serra e motivare le scelte fatte.
  • Creare una piccola serra da conservare in classe e usarla per realizzare una semplice coltivazione

 

Ovviamente, è implicito nel lavoro di costruzione di una piccola serra che l’alunno conosca bene il processo della fotosintesi clorofilliana (conoscenza prodromica rispetto al “fare” la serra e oggetto dello studio autonomo).

 

Materiale necessario

  • video sulla fotosintesi e scheda di analisi del video;
  • pagine del sussidiario sulla fotosintesi clorofilliana e sui processi vitali delle piante a essa associati;
  • esercizi di consolidamento del proprio eserciziario.

 

 

Guarda il video:

La fotosintesi

 

Svolgimento

 

I materiali utili all’attività didattica sono scaricabili dal menu in fondo alla pagina.

 

Fase 1: apprendimento autonomo dell’alunno

Motivazione: l’insegnante controlla se gli studenti sono pronti ad affrontare l’argomento. Per accertarsi di ciò, pone alcune domande agli alunni:

  • Che cosa ricordate delle funzioni vitali delle piante?
  • Che cosa abbiamo già detto riguardo alla fotosintesi clorofilliana?
  • Quale funzione vitale permette di svolgere?
  • Quale sostanza delle piante permette la fotosintesi?
  • In quali parti della pianta avviene la fotosintesi?

Studio autonomo: visione del video (La fotosintesi) e completamento della scheda di comprensione del video, studio di testi del sussidiario e svolgimento di esercizi presenti sul proprio eserciziario per il controllo della comprensione.

 

 

Fase 2: lavoro collettivo in classe

  • Restituzione: l’insegnante controlla che ogni alunno abbia appreso i contenuti trattati in maniera autonoma. Poi corregge in classe gli esercizi svolti sull’Eserciziario.
  • Attivazione delle conoscenze acquisite per trasformarle in competenze attraverso un esperimento e un compito di realtà.
    Esperimento: gli alunni, divisi in gruppi, svolgono l’esperimento.
    Compito di realtà: gli alunni svolgono le attività, propedeutiche alla realizzazione di una piccola serra. Durante lo svolgimento del compito di realtà l’insegnante supervisiona il lavoro degli alunni, verificando che vengano eseguiti gli esercizi e che durante la realizzazione della serra vengano registrate sul quaderno le fasi di progettazione e le scelte compiute in ogni fase, eventualmente documentandole con fotografie e brevi didascalie.
  • Debriefing: osservazione e riflessione collettiva dei lavori svolti. Ogni gruppo espone
    al resto della classe il proprio lavoro, argomenta le proprie scelte e presenta le difficoltà incontrate durante lo svolgimento del compito. Il resto della classe e l’insegnante ascoltano, offrono consigli, sollevano dubbi e propongono soluzioni. Al termine della discussione ogni gruppo fa una previsione sul corretto funzionamento o meno della serra realizzata. Nei giorni successivi si osservano le piante nelle serre costruite e si verifica come le diverse scelte ne hanno influenzato lo sviluppo.

 

Fase 3: autovalutazione e valutazione

  • Compilazione di un Diario di bordo
  • Rubrica di osservazione e valutazione dell’insegnante

 

Questo tipo di lezione può essere stimolante in alunni BES, perché si fonda sull’uso di strumenti anche non verbali adatti ai diversi stili cognitivi presenti in una classe.

Vedi anche