Ricerca

22.09.2021

Il mondo di Julia Donaldson e Axel Scheffler

 

 

Julia Donaldson (1948 – in attività) è una scrittrice britannica nota per le sue storie in rima per bambini, molte delle quali illustrate dal Axel Scheffler (1957 – in attività), che vive a Londra da anni ma è di origini tedesche.

Tra le decine di libri firmati insieme, ha riscosso molto successo The Gruffalo (1999), in italiano Il Gruffalò, che ha venduto più di 13 milioni di copie e vinto diversi premi per la letteratura per l’infanzia. È la storia di un topo che incontra vari predatori e, per non farsi divorare, racconta loro di avere un appuntamento con una creatura mostruosa chiamata Gruffalò, con grandi zanne, artigli affilati, aculei sulla folta pelliccia e altre caratteristiche spaventose, il cui cibo preferito è proprio il predatore in questione – la volpe, la civetta, il serpente. Terrorizzati, gli animali scappano via, e il topo esclama ogni volta: «Silly old fox/owl/snake, doesn’t he know? / There’s no such thing as a Gruffalo!» (in italiano: «Che volpe sciocca, pensate un po’: / crede che esista il Gruffalò!»). Ecco il colpo di scena: il topolino, finalmente libero, nel bosco incontra davvero un essere mostruoso con le caratteristiche da lui descritte, e anche lui, proprio come gli animali che ha appena allontanato, vuole mangiarlo. Ma il piccolo protagonista del libro, simbolo dell’astuzia, ha un’altra idea: racconta al Gruffalò di essere «la creatura / di cui tutti quanti qui hanno paura. / Lo so che non sembra, ma non è una bugia: / appena mi vedono, scappano via! / E se non ci credi, vieni con me. / “Okay,” disse il Gruffalò, ridendo tra sé». I due avanzano nella foresta, e in effetti al vederli la volpe, la civetta e il serpente fuggono immediatamente, anche se in realtà a spaventarli è il Gruffalò e non certo il minuscolo topolino.

Come in tutte le favole da manuale, anche qui c’è una morale che incontra il favore di un largo pubblico di lettori in tutto il mondo: l’astuzia (e la capacità di raccontare storie convincenti) sono più forti della prepotenza e della paura e riescono a capovolgere anche i più squilibrati rapporti di forza. Invenzione che prende vita diventando realtà, il fascino del Gruffalò ha ispirato anche un cortometraggio animato, uscito nel Regno Unito nel 2009; di quest’ultimo esiste anche un seguito, intitolato Gruffalò e la sua piccolina.

 

Per consultare la scheda del libro sul sito dell’editore, clicca qui.

Per visitare invece il sito dell’autrice Julia Donaldson, clicca qui

 

Guarda i trailer:

 

Spunti di riflessione

Oltre al Gruffalò, molti dei libri di Julia Donaldson e Axel Scheffler sono ottimi punti di partenza per un percorso sulle moderne favole destinate ai bambini.

Per esempio La Strega Rossella è una storia di viaggi e di amicizia, Dov’è la mia mamma? parla metaforicamente di diversità, così come Gli Smei e gli Smufi, ambientato in un lontano pianeta, tratta i temi dell’integrazione e del multiculturalismo.

 

 

Per un itinerario sulle caratteristiche del genere, mettiamo infine a disposizione il video sul genere letterario della favola, da confrontare eventualmente con quello dedicato alla fiaba. I bambini potranno essere stimolati a inventare loro stessi, a partire della trama del libro Il Gruffalò, una propria versione della storia, che con l’aiuto dell’insegnante potrà essere raccontata al resto della classe.

 

Consulta le schede dei libri sul sito dell’editore italiano:

 

Guarda i video:

Vedi anche