Ricerca

14.01.2021

Shrek

 

Shrek è senz’altro uno dei film di animazione più amati e celebrati degli anni Duemila, nonché il primo ad aggiudicarsi il premio Oscar come miglior film d’animazione. Dopo il primo film Shrek è diventato un vero fenomeno globale dando vita ad altri tre sequel, musical, cortometraggi e tanto altro.

Nel 2001 la casa di produzione DreamWorks Animation, ispirandosi al protagonista dell’omonimo libro illustrato del 1990 di William Steig, riprende e riadatta per il cinema la storia dell’orco verde. Proprio nel passaggio dalla fiaba tradizionale al mezzo cinematografico stanno i motivi principali del successo planetario di Shrek: la ripresa e i capovolgimenti rispetto alla struttura tradizionale della fiaba; i personaggi indimenticabili; i numerosi riferimenti alla cultura di massa, che fanno di Shrek una fiaba animata amata moltissimo anche dagli adulti; e infine la sua esilarante e scorretta comicità.

 

 

La storia si svolge secondo una struttura narrativa tradizionale, che vede il protagonista, l’orco Shrek, costretto a partire per una missione-avventura con l’intenzione di ripristinare la sua tranquilla quotidianità, la quale è stata infranta dalla terribile richiesta di Lord Farquaad, sovrano di Duloc, di esiliare tutte le creature magiche dal suo regno. La fiaba cinematografica di Shrek riesce tuttavia a proporre un efficacie rovesciamento dei ruoli tradizionali: dall’orco cattivo che diventa il protagonista buono alla principessa che sceglie di restare un’orchessa, nella saga di Shrek ogni personaggio mette il proprio “rovesciamento” al servizio di una storia che vuole far riflettere innanzitutto sulla capacità dell’amore e dell’amicizia di andare oltre le apparenze e ogni pregiudizio.

 

  • Regia: Vicky Jenson, Andrew Adamson
  • Genere: animazione, commedia
  • Interpreti (doppiatori): Mike Myers, Eddie Murphy, Cameron Diaz, John Lithgow
  • Produzione: Stati uniti, 2001

 

 

Attività didattiche

 

  • Il messaggio che la fiaba moderna di Shrek vuole trasmettere è senz’altro quello di ribaltare gli stereotipi, giocando innanzitutto con i ruoli codificati e rigidi che i personaggi assumono nelle fiabe tradizionali. Prova a riscrivere una favola o una fiaba a tuo piacimento, ma invertendo i ruoli dei personaggi principali (per es. Cappuccetto Rosso cattiva e lupo buono ecc…) e presenta il risultato alla classe.
  • Una particolarità di Shrek è senz’altro quella di far convivere nella stessa fiaba protagonisti e comprimari di alcune delle storie di fantasia più famose della cultura occidentale. Quali personaggi delle favole e delle fiabe riconosci? Indica la storia a cui appartengono e il loro autore. Rifletti inoltre su come ogni personaggio viene re-interpretato e “rovesciato” nel film.
  • Il successo planetario di Shrek è dovuto anche alla sua capacità di far ridere gli adulti, soprattutto attraverso numerose citazioni o allusioni a film, musical e canzoni che appartengono alla cosiddetta cultura di massa (nel secondo film si pensi solo alla rappresentazione della città di Molto Molto Lontano in stile Hollywood). Prova ad “intervistare” un adulto che ha visto almeno uno dei film della saga. Quali citazioni ha colto? Provate insieme a raccogliere più riferimenti possibili.
  • Shrek ci invita a giudicare oltre le apparenze e la bellezza esteriore giocando con l’inversione dei ruoli e gli elementi più tradizionali della fiaba. In generale la vicenda di Shrek e Fiona si oppone a quell’ideale di perfezione che i Greci nell’antichità chiamavano “kalokagathia” che vede, per esempio, coincidere negli eroi omerici bellezza e virtù. Cosa significa letteralmente questa espressione? Quali personaggi nell’Iliade sono rappresentati secondo questo ideale? Conosci altre storie che stravolgono questa idea di bellezza?

 

Discussione in classe

 

  • La fiaba di Shrek ci invita a cambiare la prospettiva con cui guardiamo le cose e soprattutto gli altri, a liberarci dai pregiudizi e, infine, a smascherare il vizio tipicamente umano di dare etichette alle altre persone. Prova a riflettere su possibili categorie di persone che conosci o situazioni in cui ti è capitato di essere condizionato da un pregiudizio, ovvero da una convinzione personale o dettata da altri, e come questo abbia influenzato il tuo comportamento o il tuo modo di pensare.

Vedi anche