Ricerca

21.09.2021

Leggere la poesia

 

 

La poesia, cioè la creazione di componimenti in versi, che possono seguire determinate leggi metriche oppure ignorarle deliberatamente, descrive la realtà esteriore o interiore in un modo particolare, insolito, capace di spiazzarci e suscitare in noi meraviglia.

Ogni poeta, anzi ogni testo, è un mondo a sé: leggere una poesia equivale a indossare un paio di occhiali che permettono di vedere con occhi diversi. Evidenzia un dettaglio o al contrario stabilisce collegamenti con contesti apparentemente lontanissimi, rivela gli aspetti nascosti delle cose e suscita emozioni attraverso accostamenti di suoni e di immagini, comprende diversi significati e lavora sul “non detto” suggerendo connessioni implicite.

Tra i numerosi tentativi di inquadrare un genere letterario sfuggente e molteplice per definizione proponiamo quello dello scrittore Roberto Piumini, che in un efficace video pensato per la scuola secondaria di primo grado fa riferimento ai concetti di libertà, giocosità, intensità e sincerità e alla stretta relazione tra poesia, voce e corpo.

A supporto di questa visione è disponibile anche un altro video in cui Piumini stesso legge due poesie di Giovanni Pascoli: la scelta delle parole, gli elementi sonori, le rime e il ritmo concorrono fortemente all’evocazione di un tuono che risuona nella notte e alla narrazione di una breve vicenda che ha come protagonista una vecchia gatta.

Per ulteriori esplorazioni mettiamo a disposizione tra i materiali scaricabili alcuni testi poetici molto diversi tra loro per epoca, contesto culturale, stile e contenuto, in modo da offrire alcuni esempi dell’estrema varietà di questo genere letterario. Dopo una prima lettura individuale, che potrà mettere in luce tutti gli interrogativi relativi al significato di singole parole o di espressioni più ampie, suggeriamo un momento di analisi e riflessione collettiva e guidata dall’insegnante. La classe potrà così giungere a una o più interpretazioni di ogni componimento, ponendo l’attenzione sulla polisemia connaturata al testo poetico.

 

Guarda i video:

 

Leggi i testi tra i materiali scaricabili:

  • Giacomo da Lentini, Madonna à ‘n sé vertute con valore
  • William Shakespeare, Non mi convincerà lo specchio
  • Paul Verlaine, Canzone d’autunno
  • Carlo Betocchi, L’opera comune
  • Rupi Kaur, Ansia da produttività

 

Spunti di riflessione

Il ventaglio delle poesie e delle raccolte poetiche, classiche o contemporanee, da presentare agli studenti per familiarizzare con il genere è ovviamente molto ampio: un modo per orientarsi possono essere i consigli di lettura della libraia Alice Bigli, che in tre diversi video mostra alcuni volumi, leggendone degli estratti. L’intenzione è di riprodurre l’esperienza di entrare in una libreria per scoprire alcuni titoli, lasciandosi guidare dall’esperienza di una professionista, ma anche quella di fornire uno stimolo per provare a scrivere delle poesie.

È spesso utile leggere la poesia ad alta voce, in modo da permettere ai suoni, al ritmo e alla metrica, suoi elementi fondamentali, di sprigionarsi: in rete si trovano numerose risorse che comprendono video o audio di testi letti dai loro autori o da attori professionisti, di varie epoche, nazionalità e stili.

Sul sito di Rai Radio 3, in particolare, sono diversi i programmi dedicati: in ogni puntata “Poesie alla radio” raccoglie intorno a un tema vari componimenti, dandone anche una sintetica contestualizzazione; “Alfabetiere” procede in ordine alfabetico intorno ad alcune parole-chiave, pretesti per un viaggio tra le letterature; “Gettoni di poesia” approfondisce alcuni poeti intrecciando versi e biografie; tra le proposte di “Fahreneit” ci sono poi molte poesie di giovani autori, lette da loro stessi.

Tra le altre interpretazioni, segnaliamo i video in cui Vittorio Gassman, Vittorio Sermonti, Licia Maglietta e altri leggono alcune terzine della Divina Commedia, raccolti dai materiali d’archivio della Rai in occasione del “Dantedì”.

Tra gli audio, ci sono quelli di grandi poeti del Novecento come Umberto Saba, Eugenio Montale, Alda Merini.

Tra le letture espressive effettuate da attori professionisti, infine, si suggeriscono quelle di Franca Nuti che recita alcune poesie di Montale e di Paolo Poli che interpreta Guido Gozzano.

 

Guarda i video:

 

Ascolta gli audio:

 

Guarda i video:

 

Ascolta gli audio:

 

Vedi anche