Ricerca

12.07.2019

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte

Di Mark Haddon

 

Christopher Boone, 15 anni, affetto da una particolare forma di autismo, trova vicino a casa un cane ucciso da un forcone. Decide allora di scrivere un giallo, di cui lui stesso è il protagonista. Christopher capisce tutto di matematica ma poco delle persone, non sopporta di essere toccato, non sorride mai ed è convinto che, se in strada vede cinque macchine rosse, per lui sarà una giornata straordinaria… È un grande osservatore, ha una mente logica, una passione per la verità e un coraggio che lo porteranno a superare i propri limiti, in un’avventura che gli cambierà la vita.

 

Autore: Mark Haddon

Genere: Romanzo

Casa editrice: Einaudi scuola

Anno: 2003

 

Scopo didattico

Il romanzo, coinvolgente come un bel giallo, presenta un io narrante in cui i ragazzi si possono identificare. È possibile cogliere limiti e potenzialità del protagonista introducendo un discorso sulla sofferenza psichica.

 

Approfondimenti

  • La Sindrome di Asperger viene classificato all’interno dello spettro autistico “ad alto funzionamento”, cosa significa questa descrizione? È il caso di Christopher?
  • Quali sono le caratteristiche del comportamento sociale nella sindrome di Asperger?
  • Il mito di Christopher è Sherlock Holmes, il celebre investigatore letterario inventato da sir Arthur Conan Doyle. La sua specialità è la scienza della deduzione, che il protagonista del libro cerca di replicare. Di cosa si tratta?

 

Discussione in classe

Il protagonista, in Inghilterra, frequenta una scuola speciale per bambini con problematiche simili alle sue e in Italia? Nella logica dell’inclusione Christopher avrebbe frequentato la stessa scuola di tutti i suoi coetanei. Mentre in Inghilterra si cerca di garantire a ciascuno il percorso tagliato sulle proprie esigenze (nel caso di Christopher, per esempio, imparare la matematica avanzata), in Italia tutti hanno gli stessi obiettivi educativi generali mentre, per chi ha bisogni particolari, sono previsti obiettivi personalizzati. Il dibattito è aperto. Esiste il diritto all’educazione e all’espressione delle proprie capacità? Quanti studenti Asperger riescono, frequentando la scuola italiana, a formarsi sulle materie a loro congeniali in modo tale da poter poi aspirare a un lavoro in cui applicare queste conoscenze?

 

Nel 2015 in Inghilterra il libro è stato in scena dal National Theater, guarda il trailer dello spettacolo teatrale:

Vedi anche