Ricerca

15.01.2021

Storia di un corpo di Daniel Pennac

 

 

 

 

  • Autore: Daniel Pennac (nato nel 1944)
  • Genere: romanzo
  • Prima edizione originale: Journal d’un corps, Gallimard 2012
  • Prima edizione italiana: Storia di un corpo, traduzione di Yasmina Melaouah, Feltrinelli 2012

 

 

Tra gli scrittori contemporanei più amati, Daniel Pennac è stato a lungo insegnante di francese nella scuola secondaria. È conosciuto soprattutto per il ciclo di romanzi che hanno come protagonista Benjamin Malaussène e la sua famiglia numerosa e composita: Il paradiso degli orchi (Au bonheur des ogres, Gallimard 1985), La fata carabina (La fée carabine, 1987), La prosivendola (La petite marchande de prose, 1990), Signor Malaussène (Monsieur Malaussène, 1995), La passione secondo Thérèse (Aux fruits de la passion, 1999) e il recente Il caso Malaussène (Ils m’ont menti, 2017).

 

Altre opere molto note sono i romanzi Signori bambini (Messieurs les enfants, 1997), Diario di scuola (Chagrin d’école, 2007) e i saggi Come un romanzo (Comme un roman, 1992) e Mio fratello (Mon frère, 2018). Il suo ultimo romanzo è La legge del sognatore (La loi du rêveur, 2020).

Il 1° dicembre 2020 Pennac ha compiuto 76 anni, ma grazie al suo stile brillante e all’attenzione verso il mondo della scuola e in generale dell’adolescenza resta uno degli scrittori di maggior successo tra i giovani, sia in Francia sia all’estero.

 

Il titolo originale del romanzo Storia di un corpo, del 2012, è Journal (cioè diario) d’un corps: le vicende raccontate prendono infatti le mosse da una serie di quaderni che Lison, all’interno della finzione narrativa amica dello stesso Daniel Pennac, riceve in eredità dal padre. Dopo il suo funerale, scopre così le annotazioni accumulate dall’uomo nel corso di una vita intera, da quando aveva 12 anni fino agli ultimi giorni prima di morire, all’età di 87.

Accanto agli avvenimenti personali e familiari, queste memorie mettono a fuoco il corpo, con le sue gioie e i suoi tormenti, le sue percezioni apparentemente insignificanti e i suoi grandi cambiamenti, tanto che al lettore sembra davvero di seguirne l’intima evoluzione lungo i decenni.

Grazie alle doti narrative di Pennac, insomma, il corpo diventa diario, e il diario prende corpo.

 

Leggi le prime pagine del libro nella versione originale e poi leggi l’incipit del libro nella traduzione italiana in allegato al piede dell’articolo

 

 

 

Spunti di riflessione

 

Per contestualizzare il libro nel quadro della letteratura francese contemporanea mettiamo a disposizione una videolezione in lingua, tenuta dal professor Renaud Pasquier, sulla prosa degli ultimi sessant’anni.

 

Per approfondire il genere letterario del diario, invece, proponiamo un video che lo affianca al genere epistolare e a quello autobiografico, mettendo in luce le specifiche caratteristiche.

 

Su Daniel Pennac sono disponibili, sul sito del suo editore italiano, vari approfondimenti sia testuali sia audiovisivi: segnaliamo in particolare il podcast sulla traduzione Daniel Pennac: come si traduce, in cui si può ascoltare l’autore confrontarsi con la sua traduttrice italiana Yasmina Melaouah, e il video di presentazione del romanzo Storia di un corpo, in cui Stefano Benni legge alcuni brani.

 

 

 

Può risultare interessante, anche per una riflessione interdisciplinare, soffermarsi sulle trasposizioni teatrali delle opere di Pennac: l’attore Claudio Bisio, infatti, ha portato in scena, per la regia di Giorgio Gallone, l’adattamento Monsieur Malaussène realizzato dallo stesso autore. I ragazzi possono essere sollecitati a fare una ricerca sull’opera, oppure a immaginare loro stessi una messa in scena a partire dalla trama, consultabile sulla scheda online.

 

Rispondi alle domande

 

La riflessione sulla letteratura, infine, può essere un’occasione per mettere alla prova le competenze linguistiche. Dopo aver letto le prime pagine di uno dei romanzi più amati di Daniel Pennac, Au bonheur des ogres, sfogliabili sul sito della casa editrice Gallimard, i ragazzi potranno rispondere, in francese, alle seguenti domande di comprensione:

 

  • Par qui est vue la scène? Dans quelle position se trouve l’observateur?
  • Le récit est fait dans une langue très familière et très imagée. Donnez-en des exemples.
  • Ironie, exagération et paradoxe: voilà trois caractéristiques de ce récit. Vous êtes d’accord sur cette évaluation?
  • Que pensez-vous de ce début de roman? Avez-vous envie de connaître la suite?

 

Per uno sguardo d’insieme sul genere letterario, guarda i video:

 

  • La prose de 1960 à aujourd’hui
  • Il diario, la lettera e l’autobiografia